Il blog di una donna per le Donne, dove potete trovare schemi gratis per il filet e per il punto croce. Sono presenti anche le rubriche che riguardano la cucina, il cucito e il ricamo classico. Da non sottovalutare la sezione dedicata al giardinaggio, ai consigli di viaggio e alla lettura. Inoltre la rubrica del fai da te vi offrirà sempre simpatiche idee da copiare e realizzare. Non mi resta che augurarvi "BUONA NAVIGAZIONE"

   

Informazioni sugli schemi a punto croce.

Tutti gli schemi a punto croce creati da Professione Donna, possono essere personalizzati nelle dimensioni. Se ti piace un quadro ma ti sembra che sia troppo grande o troppo piccolo, richiedilo delle dimensioni che ti occorrono e cercheremo di accontentarti. Se vuoi trasformare una tua immagine in schema invia la foto e lo staff si metterà all'opera per te.

Tutti gli schemi "originali" presenti sul blog hanno un costo di 2,00 euro (il più basso del web) e vengono inviati per email appena ricevuto il pagamento.

Inoltre l'offerta del blog prevede il costo di 1 euro a schema per un acquisto minimo di 5 schemi, naturalmente ogni schema in più ti costerà solo 1 euro.

Puoi scegliere anche 20 schemi, tra le collezioni presenti sul blog e pagarli 10 euro, in pratica 0,50 centesimi ciascuno.

Per prendere accordi serviti del modulo contatti presente nel blog.

Il mito di Sèmele

Di origine fenicia era anche Sèmele, figlia di Cadmo, fondatore e re di Tebe, come vedremo, il quale era, come Europa, figlio di Agènore. Zeus si invaghì di lei e ne fece una delle sue spose mortali, ma Era, sempre vigile, volle vendicarsi. Prese dunque l'aspetto della vecchia nutrice della principessa e si presentò a lei facendole sorgere il dubibo che il suo sposo non fosse, come affermava, il signore degli dèi. E poichè Sèmele, ormai piena di sospetti, non sapeva che fare, le diede un perfido suggerimento: se voleva avere la certezza di non essere stata ingannata doveva chiedere a Zeus di presentarsi a lei radiante di tutto il suo splendore divino. L'ingenua Sèmele seguì il consiglio e, appena il suo celeste sposo le apparve, gli espresse il suo desiderio. Zeus ne fu turbato perchè tempo prima aveva promesso a Sèmele che le avrebbe concesso tutto quello che lei gli avesse chiesto, e, d'altra parte, sapeva che, se si fosse mostrato a lei, mortale, avvolto nella sua luce celeste, ella non avrebbe resistito a quel bagliore e sarebbe caduta fulminata.

Ma invano cercò di indurla a rinunciare alla sua richiesta. allora, costretto a mantenere la promessa fatta, le si presentò tra lampi e fulmini sul suo splendido cocchio, e la sventurata Sèmele cadde a terra, arsa da quelle luci. Zeus volle però salvare il figlio che stava per nascere da lei e, poichè era ancora troppo piccolo per venire alla luce, se lo cucì entro una coscia per farlo crescere lì al sicuro. Qualche tempo dopo il bambino nasceva: era un nuovo dio, l'allegro Diònisio.

Da questo mito è venuto il detto "nascere dalla coscia di Zeus" o di Giove, come lo chiamarono i Romani, per indicare un'alta nobiltà.


Leda e il cigno


torna al menu: La nascita degli dèi e i miti di Zeus
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...