Il blog di una donna per le Donne, dove potete trovare schemi gratis per il filet e per il punto croce. Sono presenti anche le rubriche che riguardano la cucina, il cucito e il ricamo classico. Da non sottovalutare la sezione dedicata al giardinaggio, ai consigli di viaggio e alla lettura. Inoltre la rubrica del fai da te vi offrirà sempre simpatiche idee da copiare e realizzare. Non mi resta che augurarvi "BUONA NAVIGAZIONE"

   

Informazioni sugli schemi a punto croce.

Tutti gli schemi a punto croce creati da Professione Donna, possono essere personalizzati nelle dimensioni. Se ti piace un quadro ma ti sembra che sia troppo grande o troppo piccolo, richiedilo delle dimensioni che ti occorrono e cercheremo di accontentarti. Se vuoi trasformare una tua immagine in schema invia la foto e lo staff si metterà all'opera per te.

Tutti gli schemi "originali" presenti sul blog hanno un costo di 2,00 euro (il più basso del web) e vengono inviati per email appena ricevuto il pagamento.

Inoltre l'offerta del blog prevede il costo di 1 euro a schema per un acquisto minimo di 5 schemi, naturalmente ogni schema in più ti costerà solo 1 euro.

Puoi scegliere anche 20 schemi, tra le collezioni presenti sul blog e pagarli 10 euro, in pratica 0,50 centesimi ciascuno.

Per prendere accordi serviti del modulo contatti presente nel blog.

Il mito di Alcmena

Un'importanza ancora maggiore ebbe l'ultima fra le più note spose mortali di Zeus, la regina Alcmena, sposa di Anfitrione re di Tirinto. Zeus aveva deciso di dar vita a un essere di forza eccezionale il quale potesse offrire una valida difesa non solo agli uomini ma anche agli dèi, e sapeva che solo la regina di  Tirinto avrebbe potuto divenire la madre di questo eroe più che umano. Ma Alcmena amava profondamente il saggio e generoso Anfitrione (così generoso da essere divenuto leggendario come ospite che convita, regalmente i suo visitatori) e non voleva sentir parlare di nuove nozze, anche se divine.


Avvene che Anfitrione dovette partire per una guerra e, Alcmena, chiusa nelle sue stanze attese pazientemente il ritorno di lui senza lasciarsi avvicinare da alcuno. Infine giunse un messaggero per avvertirla che il marito aveva sconfitto i suoi nemici e sarebbe presto tornato vincitore alla reggia. Infatti, dopo pochi giorni, ecco giungere Anfitrione sul suo cocchio, bello e splendido come non era mai stato. E Alcmena corse felice nelle sue braccia.

In realtà non si trattava affatto di Anfitrione, il quale correva ancora sulla via del ritorno, ma di Zeus che, per poter avvicinare la bella regina, aveva assunto le sembianze del marito di lei. Nacque così Eracle, o Ercole, come lo chiamarono i Romani, l'eroe nazionale della Grecia. Più tardi Anfitrione seppe da un famoso indovino, Tiresia, quello che era avvenuto, ma, saggio e generoso qual'era, allevò amorosamente il figlio di Zeus insieme al proprio figlio, Ificle.

Era, invece, gelosa come sempre, ebbe per Eracle un'antipatia profonda, e la manifestò già al momento della sua nascita. Infatti il giorno in cui il fanciullo doveva venire alla luce, Zeus, felice, annunciò a tutti gli dèi riuniti in concilio che stava per nascere un eroe destinato a regnare su tutta la terra di Argo. Era, allora, lasciò inosservata l'Olimpo, corse sulla terra e, come dea della maternità, le fu facile ritardare la nascita di Eracle e affrettare invece quella del figlio di un'altra regina, Euristeo.

Così avvenne che, poichè Zeus aveva ormai fatto l'annuncio ufficiale e non poteva disdire quello che aveva detto, toccò più tardi a Euristeo, uomo mediocrissimo, il regno di Argo, mentre Eracle fu solo un suo suddito.


Caratteri di Zeus

torna al menu: La nascita degli dèi e i miti di Zeus

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...