Il blog di una donna per le Donne, dove potete trovare schemi gratis per il filet e per il punto croce. Sono presenti anche le rubriche che riguardano la cucina, il cucito e il ricamo classico. Da non sottovalutare la sezione dedicata al giardinaggio, ai consigli di viaggio e alla lettura. Inoltre la rubrica del fai da te vi offrirà sempre simpatiche idee da copiare e realizzare. Non mi resta che augurarvi "BUONA NAVIGAZIONE"

   

Informazioni sugli schemi a punto croce.

Tutti gli schemi a punto croce creati da Professione Donna, possono essere personalizzati nelle dimensioni. Se ti piace un quadro ma ti sembra che sia troppo grande o troppo piccolo, richiedilo delle dimensioni che ti occorrono e cercheremo di accontentarti. Se vuoi trasformare una tua immagine in schema invia la foto e lo staff si metterà all'opera per te.

Tutti gli schemi "originali" presenti sul blog hanno un costo di 2,00 euro (il più basso del web) e vengono inviati per email appena ricevuto il pagamento.

Inoltre l'offerta del blog prevede il costo di
3 euro per un acquisto minimo di 6 schemi,
5 euro per un acquisto minimo di 10 schemi
10 euro per un acquisto minimo di 20 schemi

Inoltre
Puoi scegliere anche 20 schemi, tra le collezioni presenti sul blog e pagarli 10 euro.

Per prendere accordi serviti del modulo contatti presente nel blog.

Come organizzare un viaggio in Toscana: seconda tappa.

Alla scoperta dell'Isola d'Elba


L'Isola d'Elba è la più grande delle isole minori italiane e fa parte dell'Arcipelago Toscano. Perla dei nostri mari, presenta un paesaggio molto eterogeneo: coste frastagliate, bianche spiagge, fitti boschi e macchia mediterranea. Il suo nome riporta alla memoria la figura di Napoleone, che qui fu mandato in esilio. Il vecchio edificio che lo ospitava è stato restaurato e trasformato in casa-museo.

Da Piombino partono i traghetti che, in un ora circa, raggiungono Portoferraio, capoluogo dell'Isola d'Elba. La cittadina è dominata dalla mole di Forte Stella e di Forte del Falcone, arroccati su un panoramico promontorio in vista del golfo. Salendo a piedi ai cinquecenteschi forti medicei incontriamo quella che fu la Casa di Napoleone durante il suo esilio nel 1814-15. Il vecchio edificio, originariamente costituito da due mulini a vento, è stato trasformato in casa-museo e conserva al pianterreno lo studio, il salone dei ricevimenti, la camera da letto e la biblioteca con più di mille volumi e, al secondo piano, l'appartmento di Paolina Borghese, sorella di Napoleone. Sul retro, dal piccolo giardino all'italiana quasi a picco sul mare, si gode una splendida vista verso la costa toscana.

Proseguiamo quindi alla volta di Rio Marina (18 km), a est dell'isola, dopo aver superato Rio nell'Elba, circondata da monti rosseggianti ricchi di materiale ferroso. Il pittoresco paese, situato in una piccola insenatura, è il principale centro dell'industria mineraria del ferro; per chi è interessato è possibile visitare sia il piccolo Museo Minerario nel Palazzo Comunale sia le miniere stesse.

Usciti dall'abitato, in direzione nord, si continua a mezza costa, in un paesaggio caratterizzato dalla bassa macchia mediterranea e da conformazioni rocciose rossastre fino a Cavo (8 km), piccolo centro balneare con porticciolo, ai piedi del Monte Grosso. Tornati per la medesima strada fino a Rio Marina si prosegue tra vigneti e olivi alla volta di Porto Azzurro (19 km). Il paese, situato nel Golfo della Mola, è  noto per il penitenziario che domina l'abitato. Si tratta della grandiosa Fortezza di Portolongone a forma stellata, eretta nel 1603 da Filippo III di Spagna su progetto di don Garcia di Toledo.

Altri 7 km e si arriva a Lacona, tranquilla località balneare, con una grande spiaggia che si affaccia sul golfo omonimo. La strada sale quindi tortuosa sul Monte Tambone per ridiscendere a Marina di Campo, dopo 10 km. Col suo lido sabbioso e il colorato porto, Marina di Campo è una stazione balneare assai frequentata, sulla riva meridionale dell'isola, dominata dalla medicea Torre della Marina. Nei dintorni si raggiunge facilmente la splendida spiaggia della Fetovaia ( 8 km a ovest), che si estende solitaria sul mare turchino, circondata da una verde pineta. La strada sale lungo la costa in un paesaggio selvaggio, coperto dalla macchia mediteranea, per coste a strapiombo sul mare e roccioni imponenti. Superata la Punta Nera, il punto più occidentale dell'isola, si comincia a discendere tra pendii terrazzati e vigneti. Dopo 19 km arriviamo a Marciana, alle pendici del Monte Capanne, la vetta più alta dell'Elba (m 1018), raggiungibile con una cabinovia o per mulattiera. Il grazioso paesa, centro di produzione vinicola, è dominato dall'antico Castello degli Appiano, in rovina.

La strada si immerge poi tra boschi di castagni, scoprendo di tanto in tanto suggestivi scorci sul mare, fino a raggiungere Poggio (3 km). Il piccolo borgo abbarbicato sopra una rupe granitica, tra lecci, castagni, querce e ontani, offre al visitatore ampie panoramiche. Si scende quindi verso il mare attraversando una fitta vegetazione che lascia il posto a vigneti e terrazzamenti e, dopo 5 km, si giunge a Marciana Marina. Il pittoresco paese, assai rinomato insieme al suo porto turistico, è situato in un'ampia vallata che si affaccia sulla spiaggia e caratterizzato dalla presenza di una poderosa torre cilindrica (XII sec.) detta Medicea o Saracena. Si conclude il giro dell'isola a Procchio, distante 8 km (11 km da Portoferraio), percorrendo una strada panoramica, alta sulla costa e assia frastagliata, fiancheggiata da ville e giardini. L'ampia spiaggia di Procchio è meta di un animato turismo balneare.


Articoli correlati
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...