I consigli della nonna per...la bellezza, la casa, la salute, i lavori all'uncinetto e a maglia con moltissimi schemi per il filet e per il punto croce, per realizzare veri capolavori, un mondo tutto da scoprire.

   

Avviso ai lettori:

Per cortesia leggere attentamente:

Avviso ai lettori...
Tutti gli schemi per il punto croce e/o per l'uncinetto presenti in questo sito sono stati prelevati da riviste o libri di non recente pubblicazione e non più commerciabili. Tali schemi non vengono pubblicati per fini commerciali il proprietario del blog non vende nulla tutto viene pubblicato senza scopo di lucro e per rendere un servizio a chi fosse interessato al lavoro con l'uncinetto e ai ferri, tutti i diritti restano pertanto dei rispettivi autori e sono riservati. Lo stesso logo del blog non vuole essere plagio di nessuna altra opera è nato dall'idea di illustrare tutto ciò che fa parte del mondo femminile e riguarda la professione di essere donna. Se, tuttavia, doveste ritenere che qualche immagine o contenuto inserito, violi i diritti di copyright, siete pregati di comunicarmelo e provvederò all'immediata rimozione. Per contattarmi servitevi del modulo dei commenti oppure andate alla sezione contatti presente nel blog e per cortesia quando scrivete un messaggio inserite il vostro indirizzo e-mail al fine di permettermi di rispondervi. Tutte le mail senza indirizzo del mittente non saranno prese in considerazione perchè prive di credibilità.

Grazie.

N.B In questo sito si realizzano schemi a punto croce personalizzati. Se avete una foto o volete trasformare una vostra immagine in schema contattateci. Il servizio è completamente gratuito

Se avete un sito e volete pubblicare qualche schema, non prendetelo senza avvisare, chiedetelo e inserite come riferimento questo blog. Grazie.

Come si confezionano le tende più semplici

La tenda è un complemento d'arredo che non può mancare in nessuna casa. La scelta dei modelli dipende soprattutto dal genere di arredamento e dall'effetto che si vuole ottenere. Per filtrare la luce del sole senza togliere luminosità si consigliano stoffe piuttosto leggere; altrimenti si può ricorrere a tessuti di lino, di cotone, o sintetici a trama più fitta. Per proteggere il locale da spifferi e correnti d'aria, è inoltre possibile applicare alle tende delle fodere staccabili, tali cioè che possano essere lavate a parte con facilità o addirittura eliminate nella stagione estiva, quando la temperatura è più confortevole. Comunque sia il tipo di tenda che vogliamo realizzare la tecnica di base per confezionarle è sempre la stessa, cambiano solo gli accessori. Per procedere dobbiamo prendere innanzitutto le misure. Per far ciò bisogna fissare correttamente le riloghe (o i bastoni), così da calcolare esattamente larghezza e lunghezza della tenda. Per quanto riguarda quest'ultima non c'è una regola per determinare quale sia la lunghezza giusta, infatti le tende possono scendere fino a terra, oppure arrivare a coprire il davanzale, o arrestarsi  prima del davanzale ed è il caso questo delle tende a vetri. La misura giusta dipende dalle dimensioni e dalla forma della finestra e dal gusto personale di ciascuno.

Ma vediamo come si confezionano questo tipo di tende, arricciate, morbide e vaporose.


Che cosa ci occorre:
Per la stoffa

  • nastro per tende
  • ganci per appendere le tende
Per la fodera
  • Nastro apposito
  • ganci per appendere le tende
Inoltre
  • un metro avvolgibile per misurare le finestre
  • una calcolatrice 
  • un paio di forbici
  • un metro da sarto
  • spilli
  • aghi
  • filo in tinta
  • macchina per cucire
  • ferro e asse da stiro
La quantità di stoffa.
Per sapere quanta stoffa occorre, seguite questo procedimento.
Calcolate la larghezza. Cominciate col misurare la lunghezza della riloga ( o del bastone) e moltiplicatela per una volta e mezzo-due volte se si tratta di normali tende arricciate; per pieghe e drappeggi diversi è necessario moltiplicare per un numero maggiore, di solito due e mezzo-tre. 
Ad ogni telo aggiungete 2,5 cm per parte ( 5 cm se il tessuto è molto leggero) in modo da poter fare gli orli; se pensate di sovrapporre le tende al centro della riloga, aggiungete altri 10-15 cm per ogni telo. Dividete infine la cifra totale ottenuta per l'altezza del tessuto (arrotondando in eccesso) per sapere quante altezze vi servono. 
Calcolate la lunghezza. Misurate la lunghezza desiderata ( al davanzale, al termosifone, al pavimento) partendo dalla riloga. Aggiungete poi 4 cm per l'orlo superiore ( la misura si riferisce ai nastri di tipo standard) e 15 cm per quello inferiore; se il tessuto prescelto è molto leggero, queste misure vanno raddoppiate. 
Calcolate il totale. Moltiplicate ora la misura della lunghezza per il numero di altezze che avete ottenuto  prima. Se il tessuto ha un disegno ripetitivo, aggiungete per ogni telo l'altezza dello sviluppo completo del disegno. Se ritenete che il tessuto si restringa con il lavaggio, aggiungete 10 cm per ogni metro. Quindi lavate il tessuto prima di iniziare a tagliarlo; oppure confezionate le tende abbondando in altezza e comunque bagnatele prima di appenderle. 

Il taglio del tessuto
Stendete la stoffa su un tavolo abbastanza grande o sul pavimento. Per far sì che le tende cadano bene, è necessario che il margine superiore sia tagliato secondo il drittofilo; se il tessuto non è troppo compatto, basta tirare leggermente un filo per avere la direzione da seguire; altrimenti lo si taglia perpendicolarmente ai bordi laterali aiutandosi con una squadra. Ricordate infine che, se la stoffa presenta dei disegni piuttosto grandi, bisogna tagliare le varie altezze cercando di farli combaciare.

Le altezze
Le altezze. 
Se l'altezza del tessuto è inferiore alla larghezza della tenda, aggiungete la parte mancante affiancandola al lato più esterno, per evitare che la cucitura cada proprio al centro.

Le giunte

Le giunte. Con gli spilli puntate, da rovescio, i due pezzi di stoffa badando però di far combaciare il disegno. Poi imbastite, cucite a 1,5 cm dal margine, togliete l'imbastitura e stirate la cucitura tenendola aperta. Per evitare che il tessuto faccia delle grinze, fate dei piccoli tagli trasversali lungo tutto il margine di cucitura, a una distanza di circa 10 cm l'uno dalla'altro

Gli orli

Gli orli. Piegate i bordi laterali per 5 mm, stirate, rivoltate altri 2 cm, imbastite e cucite a macchina attraverso tutti gli strati. Se volete cucire a mano, usate un sottopunto accurato, che non si veda dal diritto.

Tessuti delicati.
Tessuti delicati. 
Per ottenere  finiture migliori, soprattutto se la trama della stoffa non è compatta, fate una cucitura piatta: tagliate via metà di una cimosa e racchiudete la parte restante nell'altra cimosa ripiegata ( in modo da nascondere la sfilacciatura), poi imbastite e cucite. Tenete presente che la cucitura sarà visibile sul diritto del tessuto, quindi dovrà essere regolare.

Preparazione del nastro
Preparazione del nastro.
Tagliate il nastro 8 cm più lungo della larghezza della tenda finita, in modo da poter ripiegare le estremità. Sul rovescio sfilate dalle asole le cordine per 4 cm dalla parte in cui le tende andranno a sovrapporsi, quindi annodatele saldamente. Tagliate il nastro in eccesso a una distanza di 1,5 cm dal nodo, piegate sul rovescio il pezzo restante e stirate. all'altra estremità del nastro liberate sul diritto 4 cm per ogni corda, ripiegate il nastro che avanza e stirate ancora.

Cucitura del nastro
Cucitura del nastro
Piegate sul rovescio 4 cm dal margine superiore della tenda e stirate. Appoggiatevi sopra il nastro a circa 2,5 cm dall'alto, con le due cordine non annodate sul bordo esterno della tenda. Imbastite. Cucite a macchina lungo i due margini del nastro evitando che si formino grinze e attraverso l'estremità annodata.

L'arricciatura
L'arricciatura
Tirate entrambe le corde dalla parte in cui non sono state annodate in modo da ottenere un'arricciatura uniforme dell'ampiezza desiderata. Fate quindi un nodo ben stretto e cercate di nascondere la corda in eccesso fra le pieghe (non tagliatela perchè vi servirà ogni volta che dovrete lavare le tende: in questo caso infatti, è sempre bene sciogliere l'arricciatura e lavare la stoffa ben tesa. Infine inserite i ganci negli occhielli del nastro ogni 8 cm.

L'orlo inferiore
Piegate sul rovescio 1 cm di stoffa e stirate. Rivoltate di nuovo il tessuto per altri 2 cm, puntate con gli spilli e imbastite. Stirate la tenda e appendetela in posizione per qualche giorno, finchè il tessuto si sarà "lasciato andare" completamente. Eviterete così di avere tende troppo lunghe perchè la stoffa ha ceduto. Ricordate inoltre che è possibile inserire nell'orlo appositi pesi in modo da far cadere meglio la tenda.


Articoli correlati

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...